Offerta!

KOI #2

30.00

Tessuto in cotone cretonne Archi di fiori
Colore: petrolio
100% Cotone
Peso (g/m²): 140,0

Dimensione borsa: 25hx20 cm circa
Dimensione quadrato: 70×70 cm

La manifattura di questo prodotto è stata realizzata con procedimenti artigianali e non industriali. Piccole imperfezioni ne testimoniano la speciale lavorazione artigianale.

Questo articolo è un pezzo unico #edizionelimitata

1 disponibili

COD: KOI-2 Categoria:

Descrizione

Koi simbolo di energia e forza

KOI (la carpa) nella cultura orientale è un animale molto apprezzato e stimato, non solo per la sua bellezza come pesce colorato ma soprattutto perché incarna e simboleggia numerosi valori e virtù, oltre ad essere portatrice di buona fortuna in generale. La carpa è sempre in movimento ed è considerata uno dei pesci con più energia e forza. È inoltre in grado di nuotare controcorrente, e ciò viene interpretato sia come una rappresentazione anticonformista che come forza di superare le avversità. Nel suo habitat naturale la carpa si trova e nuota in acque calme, ma, nelle raffigurazioni artistiche, è sempre rappresentata in movimento contornata da onde di acqua: questo tipo di rappresentazione suggerisce e ricorda la virtù che un vero guerriero dovrebbe avere: la determinazione.

Le carpe koi sono infine simbolo di affetto e di amicizia. Il termine giapponese koi significa semplicemente carpa. Esiste però un termine omofono, che si pronuncia sempre koi e significa «amore, affetto», pertanto in Giappone le carpe ne sono anche un simbolo. In Estremo Oriente la carpa è un animale di buon augurio e la sua immagine viene usata spesso nelle espressioni augurali, senza dimenticare che la sua celebrata longevità ne fa un emblema di lunga vita.

Avvicinarsi alla filosofia del furoshiki significa ritrovare la bellezza nei gesti semplici con creatività e fantasia. Il furoshiki è per i giapponesi un simbolo di riciclo creativo, poiché per questo popolo tutte le cose hanno un’anima che va rispettata e mai sprecata.

Il furoshiki è sinonimo di eleganza, la sua origine è antichissima, risale al 1300, quando veniva adoperato come fagotto per portare gli indumenti puliti nei bagni pubblici. Nel tempo, pian piano, la sua funzione di raccoglitore di abiti muta ed esso si trasforma in un contenitore in grado di custodire qualunque tipologia di oggetto si voglia trasportare o regalare.

Il furoshiki è in Giappone l’arte dell’avvolgere un telo di stoffa quadrato per trasportare vestiti, bentō, regali e altri beni. Il quadrato di stoffa in questione viene piegato più volte e poi annodato in maniera da trasformarsi negli oggetti contenitivi più disparati: borse, pacchi regalo, per libri o addirittura bottiglie.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “KOI #2”